• Il Commento Politico

Elezioni Usa: la battaglia per il senato

Dopo il dibattito presidenziale di due settimane fa e sopratutto dopo l’annuncio della positività al covid di Trump il vantaggio di Biden sembra essersi stabilizzato intorno ai 10 punti di margine su Trump.

Questo ha portato gli analisti a stimare le sue possibilità di vittoria ad oltre l’80% (abbiamo aggiunto nella lista dei siti anche the upshot del New York Times ); lo stato cardine al momento per la vittoria di Biden sembra essere la Pennsylvania in cui Biden ha circa il 6% di vantaggio su Trump.

Riportiamo qui un confronto fra il vantaggio medio di Biden e quello della Clinton elaborato su twitter da @ElezioniUsa


Volgiamo oggi l’attenzione allo scontro per il senato. Nel modello di governo degli Stati Uniti il controllo del senato è assolutamente critico non solo per l’approvazione delle leggi ma soprattutto perché il senato è responsabile per la nomina dei giudici federali fino alla corte suprema degli stati uniti.

Il senato degli usa è composto da due senatori per stato, indipendentemente dalla dimensione dello stato, che restano in carica sei anni. Ogni due anni un terzo del senato viene rieletto. Il senato è da molti anni il punto di forza dei repubblicani che, seppur minoritari come totale dei voti godono del vantaggio di essere in vantaggio nella maggioranza degli stati. All senato il vantaggio democratico in California (39.500.000 abitanti) è bilanciato dal vantaggio repubblicano in Idaho (1.700.000 abitanti).

Il controllo del senato da parte repubblicana ha limitato molto fra il 2012 ed il 2016 la capacità di azione della presidenza Obama e negli ultimi due anni, dopo la conquista democratica della camera dei rappresentanti, ha bloccato la stragrande maggioranza delle iniziative legislative partite dalla camera.

È quindi interessante che gli analisti danno al momento fra il 60% ed il 70% di possibilità per i democratici di controllare anche il senato seppur con una maggioranza strettissima (51-49 o addirittura 50-50 - in caso di parità il vicepresidente ha il voto decisivo). Il controllo del senato ha un ulteriore importante effetto. Permette di eleggere il presidente del senato che è l’unica persona che decide cosa viene o non viene portato all’attenzione dei senatori.

Vi rimandiamo quindi agli analisti da noi segnalati (538, Economist ) anche per le loro previsioni sul senato.

Italia

©2020 by Il Commento Politico. Proudly created with Wix.com