top of page

Zaia e i Sanfedisti

Ieri la maggioranza dei consiglieri della Regione Veneto ha votato per affossare una legge della Regione che si proponeva di regolare le modalità del diritto delle persone a una fine della vita dignitosa già riconosciuto e sancito dalla Corte Costituzionale.

 

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, difendendo la sentenza della Corte Costituzionale, si è espresso con parole molto sagge in favore del diritto di scegliere di porre fine alle proprie sofferenze quando le speranze di vita sono totalmente compromesse. Una posizione, a nostro parere, assennata e in linea con un approccio sensibile alla delicata questione del fine-vita.

 

Per noi, pur rispettando le convinzioni religiose di tutti, è difficile comprendere quale sentimento religioso possa giustificare l'imporre delle sofferenze a persone che non hanno più né possibilità, né speranza di salvezza.

Zaia dovrà a un certo punto domandarsi che senso ha stare in una maggioranza nella quale si è divisi su cose così fondamentali.

 

Sorprendente che, come dimostra il calcolo delle astensioni ricevute dalla legge regionale, su questo tema si sia diviso anche il Pd, dove l'intransigenza religiosa di alcuni cattolici non si cura nemmeno della pietas cristiana. O forse non sorprende più, per un Pd che ormai vediamo dividersi su tutto, o quasi.

Post recenti

Mostra tutti

Комментарии


bottom of page