• Il Commento Politico

Il serpente elettorale americano

Il sito FiveThiryEight, che basa le sue previsioni su una media ponderata dei sondaggi, indica Biden con un vantaggio, in crescita, di 9,1 punti percentuali su Trump ma al tempo stesso con una probabilità di vittoria, in leggero calo, al 69%.

Questa apparente contraddizione è dovuta alla particolarità del modello elettorale americano per cui il presidente è eletto non in base al totale dei voti ottenuti su base nazionale, ma in base al numero degli elettori assegnati al vincitore in ognuno dei 50 stati dell’Unione (o, in alcuni stati, con un procedimento di spartizione più complicato ma ininfluente per questo articolo). Per ottenere la presidenza bisogna quindi conquistare la vittoria in un numero di stati che dispongano, nel complesso, di una maggioranza dei voti elettorali necessari. Nel 2016 Hilary Clinton fu sconfitta pur ottenendo quasi 3 milioni di voti popolari in più di Trump, concentrati, tuttavia, in stati saldamente democratici e perdendo di misura in quattro stati chiave per il conteggio dei voti elettorali.

FiveThiryEight utilizza una efficace elaborazione grafica per descrivere lo stato della contesa presidenziale.


Nel “serpente elettorale” (in link, qui riportiamo l'immagine del 29 agosto) i 50 stati sono ordinati per probabilità di essere vinti dall’uno o dall’altro candidato. Sono anche colorati (in rosso per gli stati tendenzialmente repubblicani ed in blu per quelli democratici) con gradazioni di colore che indicano il grado di probabilità di vittoria di uno dei due candidati in quello stato.

In centro una linea mostra la soglia dei 270 voti necessari per ottenere la maggioranza dei voti elettorali ed essere eletti alla presidenza.

Ad oggi appare graficamente la maggiore probabilità di vittoria per Biden (l’azzurro supera la linea dei 270). Gli stati più in bilico sono quelli al centro del serpente: dall’Iowa (considerato per Trump al 70%) al Minnesota (per Biden al 70%). Dunque, la contesa si risolverà essenzialmente in questo gruppo di 10 stati.



la pagina sulle elezioni

Post recenti

Mostra tutti

Mario Di Bartolomei: un ricordo

È morto venerdì, all’età di 89 anni, Mario Di Bartolomei che è stato parlamentare e  esponente di primo piano del Partito Repubblicano Italiano a partire dagli anni Sessanta. Mario Di Bartolomei era n

Italia

©2020 by Il Commento Politico. Proudly created with Wix.com